Lo Hobbit di Jackson o di Tolkien?

A dicembre sono andato a vedere il nuovo episodio de Lo Hobbit di Peter Jackson al cinema e ho pensato che forse scrivere qui le mie opinioni al riguardo magari potevano interessare qualcuno e potevano essere l’occasione di un confronto. Premetto che adoro le opere di Tolkien e per l’occasione ho riletto Lo Hobbit, ma credo anche che il cinema abbia un linguaggio molto diverso dalla letteratura e sia giusto che lo utilizzi, quindi un film tratto da un libro non deve essere la mera trasposizione del libro, ma una sua reinterpretazione. Complessivamente questi due episodi di Lo Hobbit diretti da Jackson convincono come film, avvincono e affascinano e sopratutto riescono a ricreare le atmosfere che lo stesso regista ci aveva proposto, con grande successo, nella sua trilogia de Il Signore degli Anelli. Il film è quindi visivamente molto bello, i personaggi ben caratterizzati e ci si ritrova immersi nelle atmosfere della Terra di Mezzo con un racconto a tratti epico e ricco di rimandi ai film precedenti. Il problema vero sorge quando lo si confronta col libro, come dicevo all’inizio sono due media diversi e quindi che hanno due linguaggi diversi ed è sacrosanto che il regista reinterpreti il libro nel creare il film, ma in questo caso ci troviamo di fronte a due cose molto diverse sopratutto nella loro essenza a mio avviso. Lo Hobbit scritto da Tolkien è poco più di 300 pagine e ha lo stile di una fiaba tanto che i nani protagonisti sono descritti quasi con caratteri macchietistici (ad esempio ognuno di loro ha un cappello o cappuccio di colore diverso) e l’unico momento che accenna a rimandare a qualcosa di epico è il combattimento finale tra elfi, uomini, nani e gli orchi che tra l’altro è descritto in poche pagine. Lo Hobbit diretto da Jackson è invece suddiviso in tre film e ha uno stile epico che cerca, come già detto, di ricreare lo stile epico de Il Signore degli Anelli, tanto è vero che, ad esempio, i nani sono descritti sin da subito con una fierezza e tragicità che nel libro non hanno e nel film lottano con Smaug fino all’inverosimile mentre nel libro ne hanno così fifa da non incontrarlo mai. Al contrario il signor Baggins si mostra nel film molto più pusillanime di quanto non sia nel libro (dove, ad esempio, decide la sera stessa dell’incontro coi nani di partire con loro e non l’indomani come descritto nel film) e tutte queste differenze si notano non poco almeno fino ad ora. Quindi non mi dilungo oltre, mi piacerebbe sapere la vostra opinione, ma ribadisco che Lo Hobbit di Peter Jackson sia un buon film fantasy che si collega bene al suo Signore degli Anelli, ma non sia Lo Hobbit di J. R. R. Tolkien.

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in Uncategorized

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...