Archivi tag: Papà

In nome del Papa re

Ho visto di recente questo film con Nino Manfredi e devo dire di essere rimasto molto colpito, in positivo. E’ un bellissimo film che si lascia vedere e gustare senza avere particolari frenesie o azioni, anzi è piuttosto riflessivo, ma a tratti anche divertente, soprattutto amaro. Una visione che consiglia, accompagnata, però, prima o dopo, da un ripasso della storia di quel periodo (la perdita di Roma da parte del Papa).

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in Uncategorized

Che bello scrivere…

…mi piace davvero tanto, ma sempre più spesso mi rendo conto che me ne manca il tempo… io non so come facciano gli altri miei colleghi, ma io faccio davvero fatica, con un lavoro, due gemelli, una famiglia da gestire (perché in casa cerco anche di dare una mano) a trovare il tempo per scrivere… certo se sei solo, se vivi ancora coi genitori (e quindi non ti devi neanche preoccupare di fare il bucato, stirare, pulire casa o farti da mangiare) e il tuo unico “impegno” è il lavoro, magari riesci a farcela a trovare il tempo per scrivere, anzi riesci anche a trovare il tempo di pubblicizzare ciò che scrivi o di preoccuparti del fatto di non avere abbastanza lettori… io sinceramente non ce la faccio… cerco di promuovere E un elfo li radunò… come meglio posso, ma per questo chiedo anche tanto aiuto ai suoi stessi lettori (e devo dire che state facendo davvero molto perché è sempre uno dei libri più richiesti della mia casa editrice) e intanto nella mia testa penso a tante altre storie da raccontare con Questor, Rynthoor, Wise e tutti gli altri… chissà un giorno ci riuscirò, anzi un giorno saranno i miei stessi figli a darmi una mano a trovare il tempo per scrivere… però non voglio che pensiate male, i miei bambini, il mio matrimonio, la mia vita che attualmente non mi lascia il tempo di scrivere non è un peso, non è una zavorra, anzi è la cosa più bella che ho… è il romanzo più bello che sto scrivendo… solo che lo scrivo con una penna e un foglio diversi dal solito… lo scrivo con la penna dell’amore e il foglio della pazienza… usando un inchiostro che assume mille sfumature, a seconda delle situazioni… sbagliando anche e correggendomi grazie proprio all’amore della mia famiglia… no, nessun rimpianto, nessun peso, solo gioia… il rimpianto ce l’avevo prima, quando ero solo, vivevo coi miei e mi preoccupavo di quanti lettori mi leggevano e di come promuovere i miei libri, nella speranza di diventare uno scrittore credendo così di essere qualcuno… oggi so chi sono, oggi sono Papà, Marito, Uomo, Figlio e anche Scrittore… e sopratutto sono Amato…

Lascia un commento

Archiviato in Uncategorized